Sostegno all’educazione primaria dei bambini disabili del distretto di Kilwa (Tanzania)

Localizzazione

TANZANIA – Regione LINDI – Distretto Kilwa

Sezione bambini disabili della scuola primaria di Mtanga

Durata

in corso dal 2007

Partner locale

Organizzazione Non Governativa “YOSEFO” (Youth Self Employment Foundation) e Autorità locali: D.E.O. (District Education Officer) e D.E.D. (District Executive Director)

Settore

Educazione primaria

Beneficiari

  • Diretti: 50 bambini disabili di tutto il Distretto di Kilwa
  • Indiretti: le relative famiglie, circa 300 persone

Obiettivo generale

Favorire l’accesso all’educazione primaria e l’inserimento sociale a tutti i bambini, inclusi i diversamente abili

Obiettivi specifici

  • Garantire a 40 bambini disabili educazione di base con maestri specializzati
  • Garantire adeguate condizioni di benessere, salute e igiene
  • Inserire i bambini disabili in un ambiente scolastico accogliente
  • Realizzare progetto pilota (serra) per garantire una piccola entrata alla scuola

 Attività

  • Ristrutturazione, restauro e arredo di due dormitori e della mensa
  • Costruzione due nuove aule con banchi
  • Fornitura di acqua potabile e corrente elettrica
  • Piccola ambulanza a tre ruote (bajaji)
  • Televisore, decoder e parabola
  • Ristrutturazione e costruzione servizi igienici di cui due attrezzati per disabili
  • Costruzione di una serra nel terreno della scuola (in corso)

Indicatori di valutazione

  • Numero bambini frequentanti
  • Risultati/progressi nei percorsi didattici e nella situazione sanitaria
  • Colloqui con gli insegnanti e con le famiglie

Sostenibilità

  • economica: miglioramento delle condizioni di benessere dei bambini disabili (cibo, salute, educazione, ecc.)
  • sociale: coinvolgimento e inserimento nella comunità della scuola di soggetti vulnerabili e svantaggiati attraverso l’educazione
  • istituzionale:  il Progetto appoggia la politica scolastica del Governo della Tanzania che intende garantire condizioni di democrazia, partecipazione e giustizia nel processo educativo di tutti i bambini.

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Un censimento realizzato nel 2007 ha evidenziato la presenza nel distretto di Kilwa di 133 bambini disabili e nessuna scuola o struttura destinata ad accoglierli, mentre per legge in Tanzania è prevista almeno una scuola per disabili in ogni distretto.
In Tanzania per molte famiglie la disabilità è un tabù: i bambini disabili non frequentano la scuola perché rappresentano una vergogna e un problema per i loro genitori, che spesso li tengono nascosti rinchiusi in casa abbandonati a sé stessi e isolati dalla comunità.
Il governo locale – Direttore Esecutivo Distrettuale del Dipartimento Educazione di Kilwa – ha quindi deciso di attrezzare un convitto per bambini disabili nell’area della scuola primaria di Mtanga, dove si trovavano vecchi edifici inutilizzati da tempo e da ristrutturare.
Con la collaborazione sia delle autorità locali, sia dell’organizzazione Information Centre on Disabilities (I.C.T.), sia dell’Associazione MICHE, è stata realizzata la struttura di base di due convitti, costruite due nuove aule, assunti insegnanti specializzati, garantito il funzionamento di una mensa, di un parco giochi e donata una piccola ambulanza. Inoltre tutta la scuola (circa 300 bambini) è stata fornita di acqua potabile attraverso il collegamento alla rete idrica pubblica e di corrente elettrica, anche nelle vicine case degli insegnanti
Oggi 50 bambini disabili – sordomuti, ciechi o con ritardo mentale – vivono nel convitto, usufruiscono della mensa e frequentano le lezioni in un ambiente sicuro e accogliente.
Il governo ha contribuito al 50% delle spese per l’impianto elettrico, fornisce il cibo per la mensa e ha assunto il personale ausiliario.
La Chiesa Valdese (www.chiesavaldese.org) cofinanzia questo progetto.

Annunci